Tutto quello che c’è da sapere su PayPal Debt Collection – Guida completa, FAQ, scappatoie & More

Nel Regno Unito, ci sono due agenzie principali che tendono ad usare. Wescot Credit Services è uno, e Akinika (pronunciato a-kin-i-ka) è un altro. Quindi, se hai un debito con PayPal, potresti ricevere una lettera di servizi di credito Wescot o un contatto da Akinika.

Entrambe le società sono registrate nel Regno Unito e sono autorizzate e regolamentate dalla Financial Conduct Authority (FCA). Ciò significa che si può essere certi che sono aziende reali. Per fortuna, significa anche che hai determinati diritti legali quando si tratta di loro.

Ci si potrebbe chiedere se è necessario pagare Wescot o Akinika recupero crediti per i debiti PayPal. La risposta dipende un po ‘ da come si sceglie di affrontare il debito.

Come trattare con PayPal esattori

Se hai ricevuto una lettera da un’agenzia di recupero crediti per conto di PayPal, potrebbe sembrare abbastanza sgradevole. A nessuno piace a causa di denaro, e le circostanze che circondano il debito PayPal può essere variata. Tuttavia, è importante non farti prendere dal panico. Ci sono diverse cose che puoi fare per affrontare la situazione:

Non ignorarlo

La cosa più importante da ricordare è che non dovresti ignorare la situazione e sperare che si risolva da sola. E ‘ improbabile che questo sta per accadere. Agenzie di recupero crediti sono notoriamente persistente quando si tratta di recuperare denaro, e possono prendere alcune misure abbastanza sostanziali.

A seconda della gravità della situazione, si desidera contattare PayPal o l’agenzia di recupero crediti. Nella maggior parte dei casi, è meglio andare direttamente a PayPal. Se le cose sono nelle fasi iniziali, saranno in grado di chiamare fuori gli esattori e vi darà un po ‘ di pace, mentre si fanno i rimborsi.

Se il debito è ora di proprietà dell’agenzia di recupero crediti, ti consigliamo di contattarli. È possibile organizzare un programma di pagamento che funziona per entrambi.

Offri il pagamento

Se davvero devi loro i soldi, dovrai ripagarli ad un certo punto. Anche se questo può sembrare difficile, in particolare se non si dispone della somma forfettaria disponibile in anticipo, ci sono modi per gestirlo. Forse la soluzione migliore è quella di offrire a pagare a rate che è possibile gestire. Questo ti dà la possibilità di effettuare un pagamento mensile fisso fino a quando il debito è pagato.

È importante ricordare che né PayPal né gli esattori sono obbligati ad accettare un piano di rimborso. Tuttavia, se sei onesto con loro e hai un’idea di cosa puoi permetterti prima di chiamare, è probabile che accettino i tuoi termini.

Contestare il pagamento

Potrebbe essere che hai ricevuto una lettera da un’agenzia di recupero crediti per errore. In alcuni casi molto rari, possono aver scambiato i tuoi dati, in particolare se vivi all’indirizzo di qualcuno che ha avuto un debito.

Se pensi di non dover i soldi che affermano di fare, sei in grado di contestarlo. Tuttavia, per farlo, dovrai essere organizzato e avere la prova che hanno la persona sbagliata. Un buon punto di partenza è quello di scrivere all’agenzia di recupero crediti o PayPal e chiedere loro di dimostrare che devi soldi. Legalmente devono fornirti queste informazioni. Se non possono, potresti non dover pagare.

Se hanno qualche prova e pensi ancora che non sia corretto, dovrai utilizzare tutti i documenti o le dichiarazioni bancarie/PayPal che hai in contrario. È raro che ci siano problemi con PayPal, ma cose come le truffe non sono inaudite.

Conosci i tuoi diritti

Poiché le agenzie di recupero crediti sono disciplinate dalle regole e dalle linee guida FCA, hai determinati diritti legali quando si tratta di gestirli. Sapere dove ti trovi può rendere il processo di trattare con aziende come Wescot Credit Services o Akinika molto più facile.

Ci sono alcune cose degne di nota quando si tratta di vostri diritti quando si tratta di agenzie di recupero crediti:

  • Parlando con altre persone. Non possono avvicinarsi ai tuoi amici, famiglie o datori di lavoro senza il tuo permesso. Allo stesso modo, non possono minacciare di farlo.
  • Aggiunta di denaro. Essi non possono aggiungere un sacco di costi aggiuntivi o interessi eccessivi per il vostro debito.
  • Mentire a voi. Non possono fingere di avere poteri legali che non hanno. Questo include minacciarti con ufficiali giudiziari o inviare lettere che sembrano ordini del tribunale. Allo stesso modo, non possono molestarti o ingannarti.
  • In visita. Sebbene possano visitarti di persona, non hanno diritti extra se lo fanno. Essenzialmente, hanno gli stessi poteri di persona come al telefono. Devono darti un preavviso appropriato se ti stanno visitando.

Se ritieni che un’agenzia di recupero crediti abbia violato queste regole, puoi presentare un reclamo formale contro di loro. Se non si occupano del tuo reclamo in modo soddisfacente, puoi inoltrarlo al Financial Ombudsman Service.

Conoscere i loro diritti

Anche se i loro poteri sono limitati inizialmente, ci sono alcune cose che le agenzie di recupero crediti possono fare. In particolare, se li ignori continuamente, possono ricorrere ai tribunali per intensificare le questioni. Ci sono diversi potenziali risultati da questo:

  • Registra un valore predefinito rispetto al tuo file di credito. Questa non è mai una buona cosa, in quanto può avere un impatto negativo sul tuo credito. Rimarrà sul tuo file per sei anni dalla data di emissione, anche se paghi i soldi.
  • Emettere un CCJ. Una sentenza del tribunale del paese è un ordine del tribunale che mostra quanto devi e legalmente quanto devi pagare. Mostra le rate e le scadenze. Ancora una volta, si può rimanere sul vostro record per sei anni a meno che non si paga entro un mese.
  • Petizione per il fallimento. Se il tuo debito è superiore a £5000, possono presentare una petizione per il fallimento. Ciò significa che i vostri beni possono essere venduti per rimborsare i creditori. Ancora una volta, questo può avere alcuni impatti abbastanza catastrofici sul file di credito per molti anni dopo.

CONC 7.3 Trattamento dei clienti in stato di insolvenza o morosità (compresi pignoramenti): istituti di credito, i proprietari e gli esattori

CONC 7.9 Contatto con i clienti

Circa l’autore

Scott Nelson

Scott Nelson è un servizi finanziari esperto, con oltre 10 anni di esperienza nel settore, di cui 6 anni in FCA imprese regolate. Per saperne di più
  • Email
  • Twitter
  • Instagram
  • Linkedin
  • Youtube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.