Sinking Your Teeth into History: Sugar, Dentistry, and Paul Revere

pezzo di tre denti in un impianto dentale

Protesi parziale attribuita a Paul Revere. Foto di Ruaidhri Crofton

Tra gli oggetti nella collezione della Paul Revere Memorial Association c’è una piccola protesi parziale dall’aspetto un po ‘ morboso scolpita in avorio. Questo dispositivo protesico dentale precoce non era qualcosa che ogni membro della famiglia Revere indossava. Piuttosto, l’uomo noto per il suo lavoro come argentiere ha anche integrato il suo reddito praticando odontoiatria negli anni precedenti alla Rivoluzione americana, compresa l’esecuzione di pulizie dei denti e la sostituzione dei denti mancanti con quelli falsi. Ciò che rimane di questa protesi è attribuito a Revere durante la sua relativamente breve carriera dentale a Boston e fornisce una notevole comprensione sia primi studi dentistici e la vita e il lavoro del suo creatore. Inoltre, questo oggetto fornisce anche informazioni su come l’aumento della popolarità di sugar nella Boston Coloniale abbia offuscato le linee di classe e portato alla necessità di un trattamento dentale migliorato e ampliato in Nord America. Anche se i problemi dentali non erano una novità per i coloni, un maggiore accesso allo zucchero nel 18 ° secolo ha favorito il verificarsi di cavità e carie, portando ad una crescente necessità di un trattamento dentale migliorato e più diffuso.

Sebbene le origini esatte della protesi in questione siano sconosciute, è stata realizzata in un momento in cui le diete nordamericane avevano iniziato a spostarsi. Oggi, lo zucchero è generalmente a buon mercato, luogo comune, e usa e getta per il consumatore medio. Tuttavia, nonostante quanto sia facilmente disponibile ora, l’accesso diffuso allo zucchero non è sempre stato la norma. Nella prima storia del suo commercio globale, il costo della coltivazione, lavorazione, e il trasporto di zucchero reso proibitivo nelle colonie del Nord America. Solo le famiglie più ricche potevano permettersi di acquistare e consumare regolarmente zucchero e le dolci confezioni fatte da esso. Ma con questo privilegio è venuto notevoli danni ai denti del consumatore in assenza di una corretta igiene dentale.

Ad esempio, quando Anne Wolseley Calvert, la moglie del governatore coloniale del Maryland, morì nel 1680, la sua bara era fatta di piombo costoso e le sue braccia erano legate con un nastro di seta fine. Nonostante questi segni di ricchezza e status, i suoi denti erano in condizioni atroci, forse la rappresentazione più vera della sua ricchezza. Secondo Douglas Owsley, capo dell’antropologia fisica presso il Museo Nazionale di Storia Naturale dello Smithsonian, Calvert era noto per avere una predilezione per i dolci e aveva “perso 20, e molti altri erano decaduti fino ai mozziconi di radice” perché aveva i mezzi per consumare regolarmente zucchero. In confronto, il cranio di un uomo non identificato di Jamestown, Virginia di quasi un secolo prima nel 1607 mostra una serie di denti che, sebbene danneggiati, sono in condizioni relativamente buone. Tale contrasto può essere spiegato dal suo presunto status di servo a contratto, e quindi qualcuno che non sarebbe stato in grado di permettersi o ottenere zucchero decadente.

immagine del teschio

Il teschio di Ann Wolsely Calvert. Credit Smithsonian Museum of Natural History

Nell’era di Paul Revere, la coltivazione dello zucchero era diventata più diffusa ed efficiente a causa in gran parte del lavoro degli schiavi su piantagioni di zucchero sempre più grandi nei Caraibi. Accoppiato con la nuova tecnologia agricola e l’espansione delle rotte commerciali transatlantiche, l ‘ “oro bianco” che prima era costato molto di più per produrre, elaborare e trasportare era ora più ampiamente accessibile per quelli con meno ricchezza. In contrasto con la sua scarsità del 17 ° secolo, entro la fine del 18 ° secolo l’americano medio stava già consumando circa sei chili di zucchero all’anno. Questo aumento del consumo ha avuto un effetto notevole sugli americani che non erano noti per praticare un’igiene dentale particolarmente efficiente secondo gli standard moderni. Le pratiche igieniche comuni del periodo includevano la pulizia dei denti “strofinandoli con un panno imbevuto di un po’ di sale e acqua.”Di conseguenza, la scarsa pulizia personale e l’igiene fuse con l’aumento del consumo di zucchero hanno portato ad un aumento del decadimento, che a sua volta ha portato ad un maggiore interesse per pulizie e trattamenti più professionali come quelli offerti da Paul Revere.

Revere aveva acquisito le competenze necessarie per eseguire le procedure dentali di base dal Dr. John Baker, un chirurgo-dentista dall’Inghilterra che ha brevemente praticato a Boston come uno dei primi dentisti addestrati ad arrivare in America. Anche se il lavoro di Revere come argentiere non può inizialmente sembrare prestarsi alla professione dentale, i due mestieri erano in realtà relativamente gratuito. Ad esempio, la pomice macinata potrebbe essere utilizzata sia per lucidare l’argento che per pulire i denti. Allo stesso modo, erano necessari sottili fili d’oro o d’argento per tenere i nuovi denti in posizione, che le abilità di Revere gli permettevano di fare. Annunci pubblicati nella Boston Gazette nel 1768 e nel 1770 rivelano che Revere fuse le due occupazioni sotto lo stesso tetto. Gli annunci avvisavano le parti interessate che ” potrebbe essere parlato con il suo negozio where dove viene svolta l’attività dell’oro e dell’argentiere.”La stessa pubblicità di Boston Gazette menziona anche che Revere” si lusinga che dall’esperienza che ha avuto in questi due anni, (in cui ha fixt alcune centinaia di denti) che può ripararli così come qualsiasi dentista chirurgo.”Revere inoltre si vantava di” correggerli in modo tale che non sono solo un Ornamento ma di reale utilità nel Parlare e nel Mangiare.”

Solo le persone più ricche dell’America coloniale avrebbero potuto offrire il lavoro di professionisti qualificati (noti come chirurghi-dentisti) in un’epoca in cui i dentisti addestrati dovevano studiare in Europa e relativamente pochi venivano in Nord America. Era improbabile che gli individui meno ricchi avrebbero avuto il lusso di offrire un trattamento al di là semplicemente avere un dente problematico tirato. Tuttavia, entrambe le affermazioni di Revere nella sua pubblicità suggeriscono l’inizio di un allontanamento da individui per lo più ricchi che cercano cure dentistiche da un chirurgo-dentista formalmente addestrato. La pubblicità di Revere è un ottimo esempio di residenti di classe inferiore che cercano individui come Revere che potrebbero essere stati meno formati formalmente ma potrebbero comunque fornire cure che sarebbero attraenti, convenienti e funzionali. La vendita di dentifricio di Revere suggerisce anche un movimento verso l’interesse per una migliore igiene dentale che potrebbe essere eseguita a casa.

Nei due secoli successivi, la tendenza al rialzo del consumo di zucchero continuò mentre il commercio di canna da zucchero si espandeva e si materializzavano fonti di zucchero più economiche, come le barbabietole da zucchero e lo sciroppo di mais ad alto fruttosio. Lo zucchero in tutte le forme è diventato gradualmente un ingrediente “aggiunto” chiave in molti prodotti alimentari comuni, con l’americano medio che oggi consuma circa 150 libbre di zucchero all’anno. Insieme a questa tendenza è venuto un interesse continuo nel miglioramento sia dell’igiene dentale che del trattamento, illustrato dalla crescita delle scuole dentistiche americane. Sebbene la storia della medicina dentale in Nord America sia legata a molti fattori, la perdita di denti sani dall’aumento del consumo di zucchero e il lavoro di dentisti semi-professionisti come Revere hanno svolto un ruolo significativo nella creazione di trattamenti dentali migliorati e ampliati. La prossima volta che ti piace qualcosa di dolce, rifletti sulla lunga relazione tra zucchero e odontoiatria e, naturalmente, lavati i denti in seguito!

Ruaidhri è un interprete presso la Paul Revere House

Object Label, Odontoiatria, La Paul Revere House, Boston, MA.

“Come lo zucchero ha ucciso i Tudor”. Storia assoluta. 11 Aprile 2019.

Rothenberg Gritz, Jennie. “The Unsavory History of Sugar, The Insatiable American Craving”. La rivista Smithsonian. 2017.

Ibid.

Muhammad, Khalil Gibran. “La storia barbarica dello zucchero”. Il New York Times. 14 Agosto 2019.

Rothenberg Gritz, Jennie. “The Unsavory History of Sugar, The Insatiable American Craving”.

Mays, Dorthy A. Women in Early America: Struggle, Survival, and Freedom in a New World. I nostri servizi, 2004: 191.

Rodwin, Nina. “Dentures, Corpses, and Privies: Paul Revere’s Medical Careers”. La Revere House Gazette. N. 136 (2019).

“Artificiale-Denti. Paul Revere”. La Boston Gazette. 1770.

Ibid.

Ibid.

Cooke, Procuratore e J. E. Scott. Il raccolto di barbabietola da zucchero. Londra: Chapman e Hall. 1993.

” Quanto zucchero mangi? Si può essere sorpresi!”. Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti. 2014.

La prima scuola dentale americana aprì nel 1840. Rodwin, ” Dentiere, cadaveri, e Privies: Carriere mediche di Paul Revere.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.