Senofonte, Oeconomicus, capitolo 7

Senofonte, Oeconomicus, capitolo 7

“Così, accade un giorno vederlo seduto nel chiostro del tempio di ZeusEleutherius a quanto pare nel tempo libero, mi sono avvicinato, e sedersi al suo fianco,ha detto:

“‘Perché sittingstill, Ischomachus? Tu non sei molto l’abitudine di non fare nulla; forgenerally quando ti vedo in piazza del mercato si è o occupato o almeno non del tutto inattivo.’

“‘ Vero, e tu non mi avresti visto così ora, Socrate, se non avessi preso un appuntamento con alcuni stranieriqui.’

” ‘Pregadove passi il tuo tempo’, dissi io, ‘ e cosa fai quando non sei impegnato in una tale occupazione? Perché voglio molto imparare come sei arrivato a essere chiamato un gentiluomo, dal momento che non passi il tuo tempo in casa, e la tua condizione non suggerisce che tu lo faccia.’

“Sorridendo alla mia domanda,’ Come hai potuto essere chiamato agentleman?’, e apparentemente ben contento, Ischomaco rispose: ‘Bene, Socrate, se certe persone mi chiamano così quando ti parlano di me, io non lo so. Sicuramente quando mi sfidano a uno scambio di proprietà per sfuggire a qualche fardello pubblico, montare una nave da guerra o fornire un coro, nessuno cerca il “gentiluomo”, ma la sfida si riferisce a me come “Ischomachus”, il figlio di mio padre. Bene ora, Socrate, mentre fai la domanda, io certamente non passo il mio tempo in casa; perché, sai, mia moglie è perfettamente in grado di badare alla casa da sola.’

“Ah, Ischomaco, dissi io, questo è proprio quello che voglio sentire da te. Hai tu stesso addestrato tua moglie ad essere del tipo giusto, od ella conosceva i suoi doveri domestici quando l’hai ricevuta dai suoi genitori?’

“Perché, che conoscenza avrebbe potuto avere, Socrate, quando l’ho presa per mia moglie? Non aveva ancora quindici anni quando venne da me, e fino a quel momento aveva vissuto inleading-strings, vedendo, ascoltando e dicendo il meno possibile. Se quando è venuta non sapeva più di come, quando ha dato lana, per trasformare un mantello, e aveva visto solo come la filatura è dato alle cameriere, non è che tanto quanto ci si poteva aspettare? Poiché nel controllo del suo appetito, Socrate, era stata addestrata in modo eccellente; e questo tipo di addestramento è, a mio parere, il più importante per l’uomo e la donna allo stesso modo.’

“Ma sotto altri aspetti hai addestrato tua moglie, Ischomaco, affinché fosse competente a svolgere i suoi compiti?’

” ‘ Ohno, Socrate; non prima di aver offerto il sacrificio e pregato di poter davvero insegnare, e lei imparò ciò che era meglio per entrambi.’

“‘ Tua moglie non si unì a te in queste medesacrifiche e preghiere?’

” ‘ Ohyes, seriamente promettendo davanti al cielo di comportarsi come dovrebbe fare; ed è stato facile vedere che non avrebbe trascurato le lezioni che le ho insegnato.’

“‘ Dimmi, Ischomaco, qual è stata la prima lezione che le hai insegnato, poiché avrei sentito questo dalle tue labbra piuttosto che un resoconto del più nobile evento atletico o corsa di cavalli?’

“Bene, Socrate, non appena l’ho trovata docile e sufficientemente addomesticata per continuare la conversazione, l’ho interrogata in tal senso:

“”‘Dimmi, cara, hai capito per quale motivo ti ho preso e i tuoi genitori ti hanno dato a me? Per voi è ovvio, ne sono certo, che non avremmo dovuto avere difficoltà a trovare qualcun altro con cui condividere i nostri letti. Ma io per me e i tuoi genitori per te considerato chi era il migliorpartner di casa e bambini che abbiamo potuto ottenere. La mia scelta è caduta su di te, e i tuoi genitori, a quanto pare, mi hanno scelto come il migliore che potevano trovare. Ora, se Dio ci concede figli, allora penseremo a come addestrarli al meglio. Per una delle benedizioni in cui condivideremo è l’acquisizione del meglio degli alleati e il meglio del sostegno in età avanzata; ma al momento condividiamo in questa nostra casa. Poiché io pago nella provvista comune tutto ciò che ho, e tu hai messo tutto ciò che hai portato con te. E non dobbiamo calcolare chi di noi ha effettivamente contribuito alla maggiore quantità, ma dovremmo sapere di una garanzia che colui che protegge il partner migliore dà il contributo più prezioso.”

” ‘La risposta di mia moglie fu la seguente, Socrate:” Come posso aiutarti? Che potere ho? No, tutto dipende da te. Il mio dovere, come mi ha detto mia madre, è di essere discreto.”

“”‘Sì, certo, caro, “Ho detto”, mio padre mi ha detto lo stesso. Ma discrezione sia in un uomo e una donna, significa agire in modo tale che i loro beni devono essere nelle migliori condizioni possibili, e che per quanto possibile deve essere aggiunto a loro con mezzi giusti e onorevoli.”

“”‘E cosa vedi che posso fare per aiutare a migliorare la nostra proprieta’?”chiese mia moglie.

“”‘Perché,” ho detto, ” naturalmente si deve cercare di fare nel miglior modo possibile ciò che gli dei hanno reso capace di fare e le sanzioni di legge.”

“”‘Andpray, che cos’e’?”disse lei.

“”‘Le cose di non poco momento, mi piace,” rispose io,”a meno che, infatti, i compiti su cui l’ape regina nell’alveare presiede sono ofsmall momento. Poiché mi sembra, cara, che gli dei con grande discernimento abbiano unito maschio e femmina, come sono chiamati, principalmente per formare una perfetta collaborazione nel reciproco servizio. Per, in primo luogo, che ilvarie specie di creature viventi non possono fallire, sono uniti in wedlockper la produzione di bambini. In secondo luogo, la prole per sostenerli nella vecchiaia è fornita da questa unione, agli esseri umani, in ogni caso. In terzo luogo, l’essere umanovivere non all’aria aperta, come le bestie, ma ovviamente hanno bisogno di riparo. Tuttavia, quelli che intendono vincere il negozio per riempire il posto coperto, hanno bisogno di qualcuno per lavorare alle occupazioni all’aperto; dal momento che la semina, la semina e il pascolo sono tutti tali impieghi all’aperto; equesti forniscono il cibo necessario. Poi di nuovo, assoon come questo è memorizzato nel luogo coperto, allora c’è bisogno di qualcuno tokeep e di lavorare alle cose che devono essere fatte sotto copertura. Copertura isneeded per la cura dei neonati; copertura è necessaria per la fabbricazione del thecorn in pane, e allo stesso modo per la fabbricazione di vestiti dalla lana. E poiché sia i compiti interni che quelli esterni richiedonolavoro e attenzione, Dio dal primo adattò la natura della donna, penso,all’interno e all’uomo ai compiti e alle cure all’aperto.

“”Poiché egli rese il corpo e la mente dell’uomo più capaci di resistere al freddo e al caldo, ai viaggi e alle campagne; e quindi gli impose i compiti all’aperto. Alla donna, dal momento che ha reso il suo corpo meno capace ditale resistenza, presumo che Dio abbia assegnato i compiti interni. E sapendo che aveva creato nella donna e avevaimposto su di lei il nutrimento dei bambini, le mostrò una più grande proporzione di affetto per i neonati che per l’uomo. E poiché egli impose alla donna anche la protezione dei magazzini, sapendo che per la protezione una disposizione timorosa non è uno svantaggio, Dio ha inflitto alla donna una parte più grande di paura che all’uomo; e sapendo che colui che si occupa dei compiti all’aperto dovrà essere il loro difensore contro qualsiasi malfattore, gli ha inflitto di nuovo una parte più grande di coraggio. Ma poiché entrambi devono dare e avere, ha concesso a entrambi imparzialmente memoria e attenzione; e quindi non si poteva distinguere se il sesso maschile o quello femminile ha la quota maggiore di questi. E Dio ha anche dato a entrambi imparzialmente il potere di praticare la dovuta padronanza di sé, e ha dato autorità a qualunque sia il migliore—sia che si tratti dell’uomo o della donna—di conquistare una parte più grande del bene che ne deriva. E proprio perché entrambi non hanno le stesse attitudini, hanno più bisogno l’uno dell’altro, e ogni membro della coppia è il piùutile all’altro, l’uno è competente dove l’altro è carente.

“”Ora, poiché sappiamo, caro, quali doveri sono stati assegnati a ciascuno di noi da Dio, dobbiamo sforzarci, ciascuno di noi, di fare i doveri assegnati a noi nel miglior modo possibile. La legge, inoltre, li approva, perché unisce l’uomo e la donna. E come Allah li ha fatti soci nei loro figli, così la legge li nomina soci in casa. E inoltre, la legge dichiara che questi compiti sono onorati per ciascuno di quelli in cui Dio ha fatto l’uno per eccellere l’altro. Quindi, per essere donna è più onorevole stare in casa che stare nei campi, ma per l’uomo è sconveniente piuttosto rimanere in casa che occuparsi del lavoro all’esterno. Se un uomo agisce in contrasto con la natura Dio ha givenhim, forse la sua sfida è rilevato dagli dei e lui è punito forneglecting il proprio lavoro, o immischiarsi con la moglie di. Penso che l’ape regina è occupato solo su tali altri compiti nominati byGod.”

“”‘Andpray,” disse lei, ” in che modo i compiti dell’ape regina assomigliano a quelli che ho da fare?”

“”‘Come? ella rimane nell’alveare”, risposi, ” e non sopporta che le api restino inattive; ma coloro che hanno il dovere di lavorare fuori, si dedicano al loro lavoro; e qualunque cosa ognuno di loro porta dentro, lei lo sa e lo riceve, e lo mantiene fino a quando non è voluto. E quando è giunto il momento di useit, lei porzioni fuori la giusta quota a ciascuno. Allo stesso modo presiede alla tessitura dei pettini nell’alveare, che forse si intrecciano bene e rapidamente, e si prende cura della covata dei piccoli, che è allevata faticosamente. E quando le giovani api sono state debitamente allevate e sono in grado di lavorare, le manda a fondare una colonia, con un capo per guidare i giovani avventurieri.”

“”‘Allora dovrei anch’io fare queste cose?”disse mywife.

“”In effetti lo farai”, dissi io; “il tuo dovere sarà quello di rimanere in casa e di mandare fuori quei servi il cui lavoro è fuori, e sovrintendere a quelli che devono lavorare in casa, e di ricevere le entrate, e distribuire così tanto di loro come deve essere speso, e vegliare su quanto deve essere tenuto in deposito, e fare attenzione che la somma prevista per un anno non sia spesa in un mese. E quando la lana ti viene portata, devi vedere che i mantelli sono fatti per quelli che li vogliono. Si deve vedere anche che il mais secco è in buone condizioni per fare il cibo. Uno dei doveri che vi incombono, però, vi sembrerà forse un po ‘ ingrato: dovrete fare in modo che ogni servo malato venga curato.”

“”‘Ohno,” gridò mia moglie, ” sarà delizioso, supponendo che coloro che sono ben curati si sentiranno grati e saranno più leali di prima.”

“”‘Perché, mia cara,” gridai, felice della sua risposta, ” cosa rende le api così devote al loro capo nell’alveare, che quando leipersona, la seguono tutti, e nessuno pensa di rimanere indietro? Non è il risultato di alcuni atti così premurosi da parte sua?”

“”‘Mi sorprenderebbe”, rispose mia moglie, ” se le attività del capo non riguardassero te più di me. Per la mia cura del goodsindoors e la mia gestione sarebbe piuttosto ridicolo, mi piace, se si notsee che qualcosa è raccolto in da fuori.”

“”‘E la mia raccolta sarebbe ridicolo, “Icountered,” se non ci fosse qualcuno per mantenere ciò che è raccolto in. Non vedete come coloro che ‘attingono acqua in un vaso che perde’, come dice il proverbio, sono compatiti, perché sembrano faticare invano?”

“”‘Naturalmente,” disse, ” perché sono davvero in una situazione miserabile se lo fanno.”

“”‘Ma ti assicuro, cara, ci sono altri doveri per te speciali che sono piacevoli da eseguire. È delizioso insegnare a una cameriera che non ne era a conoscenza quando l’hai ricevuta, e raddoppiare il suo valore per te: prendere in mano una ragazza che ignorava le pulizie e il servizio, e dopo averla insegnata e averla resa affidabile e serviceableper trovarla degna di qualsiasi importo: avere il potere di premiare i membri discreti eutili della tua famiglia e di punire chiunque si riveli arogue. Ma l’esperienza più piacevole di tutte è dimostrarti migliore di me, per rendermi tuo servo; e, lungi dal temere che invecchiando tu possa essere meno onorato nella casa, per sentirti sicuro che con l’avanzare degli anni, più migliore sarà la tua compagna per me e la migliore casalinga per i nostri figli, più grande sarà l’onore che ti viene pagato in casa nostra. Poiché non è in tutta la bellezza che la somma delle cose buone e belle è aumentata nel mondo, ma dalla pratica quotidiana delle virtù.”

” ‘Tale era il tenore dei miei primi colloqui con lei, Socrate, per quanto posso ricordarli.'”

scaricato da http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text.jsp?doc=Xen.+Ec.+7 & fromdoc=Perseus%3Atext%3A1999.01.0212

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.