Lo chef ha il diabete e alcuni dicono “Te l’avevo detto”

La signora Deen ha ammesso di aver apportato un cambiamento dietetico: ha rinunciato completamente al tè dolce, il classico abbinamento meridionale per tutto, dal barbecue al pollo fritto. (Una tazza di tè dolce, fatta secondo la ricetta della signora Deen, contiene poco meno di un cucchiaio di zucchero.)

Ms. Deen, che ha iniziato la sua carriera vendendo pranzi al sacco agli impiegati a Savannah, Ga., è stato a lungo un parafulmine nel mondo alimentare, criticato non solo per l’utilizzo di ingredienti da ingrasso, ma anche per perpetuare stereotipi negativi sulla cucina del Sud, approvando i prodotti del produttore di maiale gigante Smithfield, e usando il suo seguito culinario per vendere una serie di articoli dal marchio di caffè del marito ai mobili della camera da letto. (“Si può sicuramente dire che questi materassi sono stati ispirati dalla mia vita nel Sud,” dice sul sito Web Serta.)

La scorsa estate, lo chef Anthony Bourdain, un compagno di celebrità food-TV, ha detto in un’intervista TV Guide che la signora. Il cibo grasso di Deen l’ha resa “la persona peggiore e più pericolosa” sulla rete alimentare.

La signora Deen si è difesa in un’intervista al New York Post accusando il signor Bourdain di elitarismo: “Sai, non tutti possono permettersi di pagare 5 58 per costolette o $650 per una bottiglia di vino. Io e i miei amici cuciniamo per famiglie normali che si preoccupano di nutrire i loro figli e pagare le bollette.”

Virginia Willis, una scrittrice di cibo ad Atlanta, ha detto che le critiche rivolte alla signora Deen spesso riflettono il sessismo e gli stereotipi sul Sud, oltre allo snobismo alimentare. “Nessuno diffama gli chef Michelin per aver messo bastoncini di burro nel loro cibo”, ha detto. “Ma quando una donna del Sud lo fa, è di cattivo gusto.”Contrariamente alla credenza popolare, tuttavia, ha detto che la cucina grassa della signora Deen non rappresenta l’apoteosi della cucina meridionale.

“Il cibo di Paula riflette spesso la cucina moderna e i cibi pronti più della tradizione meridionale”, ha detto. “Si sente come se cucinasse per “persone reali”, e nel bene e nel male, è così che molte persone in questo paese scelgono di mangiare.”

Michael Mignano, un pasticcere di Long Island che apparirà su “Fat Chef”, ha detto butterfat è un compagno costante per gli chef nei ristoranti di fascia alta, dove ha trascorso la maggior parte della sua carriera. “L’unica differenza è che Paula Deen lo fa in TV”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.