La più grande piramide del mondo è nascosta sotto una montagna in Messico

Quello che sappiamo, la piramide di Giza in Egitto è uno dei più famosi al mondo, ma non è il più grande. Questo titolo è vinto dalla grande piramide di Cholula, un antico tempio azteco a Puebla, in Messico, con una base quattro volte più grande delle altre piramidi e quasi il doppio del volume.

Se è la piramide più grande del mondo perché nessuno lo sa?

Potrebbe essere perché la gigantesca struttura è nascosta sotto una montagna. In realtà, sembra così tanto come una montagna, che il famoso esploratore spagnolo Hernán Cortés completamente perso, e senza rendersene conto costruito una chiesa in alto a destra di esso.

Per capire quanto sia impressionante la grande piramide di Cholula, devi andare molto prima che Cortés e il suo esercito piantino un simbolo del cristianesimo nel suo punto più alto.

Conosciuta come Tlachihualtepetl (che significa “montagna artificiale”), le origini della piramide sono un po ‘ strane, fu costruita intorno al 300 AC da molte comunità diverse in onore dell’antico dio Quetzalcoatl.

Vista nord della Piramide di Cholula con il Santuario della Virgen de los Remedios.

La piramide è stata costruita con adobe, un tipo di mattone fatto di argilla, e ha sei strati costruiti in cima per molte generazioni. Ogni volta che un livello è stato completato, la costruzione avrebbe raccolto un backup da un nuovo gruppo di lavoratori. Questa crescita incrementale è ciò che ha reso la grande piramide di Cholula così grande. La sua base misura 450 per 450 metri, che è quattro volte la dimensione della Grande Piramide di Giza.

Infatti, il volume totale della piramide è di circa 4,45 milioni di metri cubi, mentre il volume di Giza è di 2,5 milioni di metri cubi.

modello

Gli antichi Aztechi usarono la grande piramide di Cholula come luogo di culto per mille anni, trasferendosi poi in una nuova posizione più piccola nelle vicinanze. Prima di essere sostituito da nuove strutture, è stato accuratamente decorato con insetti rossi, neri e gialli. Ma senza manutenzione, i mattoni di fango hanno iniziato a fornire sostanze nutritive a tutti i tipi di vegetazione tropicale.

Quando Cortés e i suoi uomini arrivarono a Cholula nell’ottobre del 1519, circa 1.800 anni dopo la costruzione della piramide, massacrarono circa tremila persone in una sola ora, il 10% dell’intera popolazione della città, e livellarono molte delle sue strutture religiose. Ma non hanno mai toccato la piramide, perché non l’hanno mai trovata.

Nel 1594, dopo essersi stabilito in città e aver affermato che era suo, fu costruita una chiesa: la chiesa di Nuestra Señora de los Remedios, in cima alla montagna piramidale nascosta. Cholula ora ha 365 chiese!

Ora, dopo 2.300 anni dalla sua costruzione iniziale, il sito è diventato una destinazione turistica. Probabilmente in futuro, gli archeologi acquisiranno una migliore comprensione di come la struttura è stata costruita, da chi e come è arrivata a sembrare così tanto come una montagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.