7 Suggerimenti per smettere di Overwatering e uccidere il vostro succulente e cactus

Il problema più comune persone hanno quando si inizia con succulente è overwatering. Immagina un cactus in natura. Dove lo vedi?- probabilmente una distesa di sabbia, giusto? Succulente e cactus sono tipicamente piante del deserto, e come tali sono adattati a vivere in ambienti aridi e secchi. Sono xerofili e non sono abituati a ricevere molta acqua.

Overwatering può causare le vostre piante a morire abbastanza rapidamente. Troppa umidità nel terreno:

  • provoca marciume radicale
  • impedisce le piante di assorbire le sostanze nutrienti correttamente
  • attira parassiti giardino, e rende il vostro terreno un ottimo terreno di coltura per loro
  • promuove la crescita batterica e fungina

Segni e sintomi di overwatering

  • appassimento—succulente possono diventare visibilmente triste e droopy cerca
  • Ingiallimento delle foglie (clorosi)
  • Edema—vesciche e urti che lasciare cicatrici permanenti sulle foglie
  • caduta delle foglie—anche sani cercando una nuova crescita può iniziare a cadere gambo.
  • steli e foglie squishy

Scegli i vasi giusti

Utilizzare vasi con drenaggio adeguato. I fori sul fondo dei vasi consentono all’acqua in eccesso di drenare rapidamente. Materiali porosi come argilla, cemento e terracotta anche stoppino via un po ‘ di umidità in più e sono spesso ideali per piante succulente.

Se i vasi della tua pianta hanno un drenaggio adeguato, la frequenza con cui l’acqua è più importante di quanta acqua dai loro. La maggior parte delle piante grasse piace per le loro radici per ottenere un buon ammollo, ma hanno il tempo di asciugare completamente tra l’irrigazione.

Usa il giusto tipo di terreno

Il terriccio regolare trattiene bene l’umidità, il che è ottimo per alcune piante, ma per succulente e cactus vuoi un mezzo di impregnazione drenante veloce. Se il terreno si compatta e non si scarica, le radici si siedono in acqua stagnante e possono rapidamente iniziare a marcire. Una volta che ciò accade, la salute della vostra pianta va in discesa veloce.

Il suolo può essere fatto per drenare più velocemente utilizzando gli emendamenti.

In genere un buon terreno succulento avrà due tipi di additivi. C’è una componente non organica come sabbia grossolana, perlite, turface o pomice, che impedisce la compattazione e crea spazi che consentono una migliore penetrazione e aerazione. Poi, ci sono componenti organici come muschio di torba, corteccia o cocco di cocco (gusci triturati). Le aggiunte organiche trattengono un po ‘ di umidità e sostanze nutritive per sostenere le vostre piante.

Il cactus premiscelato ed i suoli succulenti sono disponibili per l’acquisto, ma anche questi possono essere migliorati spesso sopra con gli emendamenti del suolo. Per le piante particolarmente secche si può fare un “mix grintoso” con quasi nessun terreno o componenti organici.

Misurare la vostra acqua o umidità

Misurare quanta acqua si dà

Utilizzando una brocca marcata o misurino può aiutare a controllare quanta acqua si sta dando le vostre piante. Ciò è particolarmente utile se si utilizzano vasi che non hanno drenaggio. Quanto si dà la vostra pianta può variare un po ‘ a seconda del tipo di terreno e gli emendamenti, ma in genere si dovrebbe dare circa 1/2 tanta acqua come c’è terreno nel piatto. Per riferimento, uno standard di 4 “argilla o vaso di plastica ha un volume di circa una pinta (così sarebbe solo bisogno di circa 1 tazza di acqua), e un 5-6” pentola ha un volume di circa un litro (potrebbe richiedere fino a 2 tazze di acqua).

Misurare l’umidità del suolo

È possibile misurare l’umidità nel terreno prima di annaffiare di nuovo. Puoi farlo in diversi modi a seconda di cosa funziona meglio per te

  • Il test heft. Raccogli il piatto, dovrebbe sentirsi estremamente leggero quando il terreno si è asciugato rispetto a subito dopo che è stato annaffiato. Solo acqua quando è più leggera.
  • Test tattili. Senti con le dita, ma tieni presente che solo perché la parte superiore si sente piuttosto asciutta non significa che non ci sia molta umidità sotto.
  • Usa qualcosa come un dip stick. Ho usato uno spiedino di kebab di legno più o meno allo stesso modo in cui potresti usare uno stuzzicadenti per testare se una torta è cotta. Con uno spiedino asciutto colpire fino al fondo della pentola e dargli qualche secondo per assorbire l’umidità. Se è visibilmente più scuro e ha un terreno umido che si attacca ad esso quando lo estrai, potresti aspettare un po ‘ più a lungo prima di annaffiare.

Se sei il tipo di persona che apprezza avere un gadget per tutto, o dubitare della tua valutazione, controlla i misuratori di umidità del suolo come questo da Amazon. Ci sono diverse opzioni disponibili con funzionalità extra da circa dieci dollari.

Imposta un programma di irrigazione

programma

Se si può imparare il ritmo delle vostre piante, allora si potrebbe evitare qualche preoccupazione mantenendo il vostro irrigazione per un programma di routine. Le succulente in vaso tipicamente devono essere innaffiate settimanalmente a una volta ogni poche settimane.

Assicurati di essere consapevole che alcune piante grasse potrebbero aver bisogno di essere annaffiate più o meno frequentemente di altre. Per aiutare a rispettare il tuo programma – e non preoccuparti di ricordare se hai innaffiato le tue piante lo scorso fine settimana o quello prima—puoi contrassegnare il tuo calendario o impostare un promemoria ricorrente sul tuo telefono o computer.

Nebbia con un flacone spray

flacone spray

Utilizzando un flacone spray potrebbe dare grande controllo di quanta acqua si dà il vostro succulente, e dove si vuole andare. Alcune persone raccomandano di nebulizzare le piante,ma altri lo sconsigliano

Ecco il problema, spruzzare le foglie e gli steli delle piante può promuovere la crescita indesiderata delle radici aeree (piante a foglie dure come haworthia/haworthiopsis sono meno sensibili a questo). L’acqua sulle foglie potrebbe potenzialmente causare muffa. Inoltre, durante la nebulizzazione probabilmente avrai la tendenza a voler annaffiare più frequentemente e potresti rischiare di non permettere al terreno abbastanza asciutto

Se scegli di nebulizzare le tue piante, mirare alla base del gambo principale e lasciare che la pianta faccia il proprio lavoro per ottenere quell’umidità alle foglie, dopo tutto questo è il forte di una succulenta.

Essere consapevoli dei periodi di dormienza

Molte piante grasse entrano in un periodo di dormienza nelle stagioni più fredde, quando i giorni si accorciano. Durante la dormienza, le piante generalmente crescono lentamente e non richiedono tanta acqua. Se tu fossi irrigazione una volta alla settimana si potrebbe finire solo bisogno di acqua una volta al mese. Tieni d’occhio la loro salute e cerca di aspettare che le piante inizino a sembrare un po ‘ assetate (appena sgonfiate o raggrinzite). Alcuni scelgono di saltare o ridurre al minimo la fase di svernamento dormiente mantenendo le piante in casa e utilizzando l’aiuto di crescere lampade.

Prestare particolare attenzione con queste piante

  • Lithops Foto di Stan Shebs
  • Titanopsis Foto di Ivan I. Boldyrev

Alcune piante grasse sono estremamente sensibili quando si tratta di ottenere troppa acqua. Questi includono Lithops (Pietre viventi), Mesembi e diverse specie di cactus. Una delle prime piante grasse che ho ucciso era una Titanopsis che condivideva un vaso con alcune piante meno sensibili.

Con queste piante si consiglia di aspettare che inizino a sembrare un po ‘avvizzite, o con acqua lithops solo quando le cime iniziano a diventare un po’ concave.

È meglio sbagliare sul lato troppo secco, che troppo umido—Le piante avvizzite possono spesso essere riportate in vita con un po ‘d’acqua e attenzione, ma quando inizia il marciume radicale, di solito non si torna indietro senza un po’ di taglio e re-invasatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.